In questi 25 anni di attività, l’Associazione ANTEAS ha rappresentato un punto di riferimento per la comunità romana, prodigandosi in numerosi progetti a sostegno della cittadinanza attiva, del contrasto alla solitudine degli anziani e all’inclusione sociale.

Uno dei progetti cui ANTEAS in questi anni ha dedicato maggior impegno è sicuramente “Il Tempo ritrovato”, progetto rivolto a giovani con lieve disabilità mentale, che prevede la cura di parchi e spazi verdi in alcune aree del Municipio 1, zona Cipro, attraverso l’impegno e l’attività di giovani disabili, supportati dai volontari ANTEAS.

Queste attività oltre ad aver rappresentato un’occasione di arricchimento e di scambio di esperienze diverse e preziose, hanno permesso anche di riqualificare e rendere più belle e fruibili alcune aree verdi della città.

Le aree verdi hanno una funzione sociale, culturale ed estetica e sono riconosciute come elementi cruciali per la cittadinanza: per le possibilità che offrono di ricreazione, socializzazione e svago all’aria aperta, nonché per i valori storici e culturali che conservano e trasmettono.

E ciò vale tanto più se si considera che per ampie fasce di popolazione essi rappresentano la più immediata se non unica possibilità di contatto con la natura. Le aree verdi offrono ai cittadini la possibilità di sperimentare il contatto diretto con i cicli naturali e gli elementi della flora e della fauna locale, contribuendo così all’educazione ambientale di bambini, giovani e adulti, alla ricerca scientifica nonché alla formazione di una cultura di conoscenza e rispetto del verde e della natura in generale. Hanno altresì una funzione aggregativa, di integrazione sociale, di ispirazione artistica, di crescita personale e di crescita culturale e identitaria nei riguardi del proprio territorio di residenza.

Il progetto che abbiamo realizzato sulla scia di quanto fatto in questi anni, vuole essere un modo per dare concretezza e fornire un simbolo visibile di questi 25 anni di attività attraverso la piantumazione di 25 alberi nell’area di Via Canberra, nel Municipio 3 quartiere Australiano.

Gli alberi con le loro indispensabili capacità, assorbire l’anidride carbonica e rilasciare ossigeno, prevenire il dissesto idrogeologico e proteggere la biodiversità, permettono la proliferazione della vita, così come un gesto di amore volontario contribuisce a rendere la vita migliore.

Questo è quello che ANTEAS fa ogni giorno, quello che fanno i nostri volontari con amore e abnegazione verso gli altri, e questo sarà ciò che “gli alberi dell’ANTEAS” rappresenteranno per tutti i cittadini che vivono il parco di Piazza dei Prati degli Strozzi.

Gli alberi sono il nostro regalo alla città e ricorderanno il nostro impegno nel proseguire le nostre attività in favore dei cittadini.

Oltre a lasciare una testimonianza visiva di quanto il volontariato possa effettivamente accrescere la qualità della vita delle persone, attraverso la piantumazione di 25 alberi simbolo dei 25 anni di attività dell’associazione, ANTEAS ROMA ODV intende dar seguito a questo momento simbolico, proponendo un progetto per la riqualificazione dell’area verde prescelta  prevedendo attività di sorveglianza, cura, manutenzione e sistemazione del verde al fine di ottenere una maggiore fruizione della stessa, coniugandola all’impegno solidaristico che è da sempre caposaldo della vita dell’Associazione coinvolgendo, quindi, nelle attività proposte, centri sociali anziani.
Il Presidente Raffaele Castaldo ha inaugurato l’area il giorno 24 Aprile 2022, alla presenza del Presidente del Municipio 3 Paolo Emilio Marchionne, degli Assessori Maria Romano e Matteo Zocchi, del Presidente ANTEAS Nazionale Loris Cavalletti, del Presidente ANTEAS LAZIO Tommaso Ausili e di moltri altri amici.